05. Step by step

Dopo una settimana passata ad allenarci da soli, finalmente una corsa tutti assieme. Alex propone il Montello. “La terre rosse” 43 km e 1300m di dislivello… Ce la faremo?

IMG_2853

Abbigliamento tecnico. Cibo. E adrenalina. Tanta adrenalina. E’ il nostro secondo lungo e visto com’è andato il primo siamo gasatissimi. Anche il meteo è con noi. Si parte. Per i primi chilometri tutto bene. Stefano è convinto. Come sempre del resto. Ha un piccolo problemino d’ego che lo spinge a fare tutto al massimo. A volte questo paga, a volte no. Oggi è il giorno in cui non paga. Christian procede costante, molto equilibrato. Anche Alex c’è. Anzi lui forse più di tutti. Ha le scarpe nuove: le “anakonda”. E vanesio com’è continua a decantare il suo acquisto superlativo. Il nome della scarpa lo ispira e siccome non gli manca il fiato, continua a sibilare. Insostenibile. Peggio di una femmina. Ma gli vogliamo bene e sopportiamo. Anche perché durerà poco. Ci aspettavamo un percorso di fango, invece terreno ghiacciato a tratti ma nulla di impossibile. Soprattutto per le scarpe di Alex, ovviamente. Sbagliamo strada e questo ci costa qualche chilometro in più e un po’ di nervosismo. Nulla di grave se non per gli “insulti” che si becca Alex, il nostro navigatore. Poco male, presto ritroviamo il percorso e problema risolto. Tutto procede comunque bene.

DSCN0265

Per la prima parte nessun problema, tutto come sempre. A metà decidiamo di mangiare qualcosa. Lo facciamo per prevenire la crisi. Così ci ha consigliato il coach. Cambia poco perché dal trentesimo inizia. Succede all’improvviso. Quasi come si fosse spento un interruttore.  Gambe pesanti, cuore che pompa, testa che parte. Un improvviso crollo generale. Tutto diventa difficile. Faticoso. Nessuno parla più. È dura. Decisamente. Christian dei tre è quello che accusa meno, continua come fosse una passeggiata ci dice. Per lui sono zone di casa, vedere i boscaioli a lavoro, altra gente che corre e un sacco di persone a passeggio gli fanno ricordare che tutto questo è puro divertimento.

DSCN0271

Stefano e Alex, in difficoltà, iniziano ad affidarsi al gruppo. E’ in momenti come questi che esce la nostra forte unione. Appena uno cede trova conforto nell’altro. Oggi è stata così. Non servono le parole. Non abbiamo fiato per confrontarci ma  basta un colpo d’occhio per capirlo. Gli ultimi chilometri sono decisamente i più tosti, ma riusciamo a concludere il giro. Lo facciamo aspettandoci alla fine. Come sempre. Abbraccio di rito e un pensiero comune: più che una prova fisica, questa volta, è stata una prova nervosa. Stefano ha ridimensionato, decisamente, l’approccio e forse un pò il suo ego, che male sicuramente non fa.

DSCN0276

Gare di questo tipo, si preparano chilometro dopo chilometro. Concedendo al proprio corpo il tempo di assimilare i chilometri ed i dislivelli. Il resto lo fa la testa! 

DCIM100GOPROGOPR0554.

2 Comments

  1. Grandi ragazzi… Avanti tutta … Massima stima!!!

  2. Sono con voi…soprattutto dopo fatiche al Bar con Birra 😉
    Quando ce vò ce vò !!!! A tutto gas

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

© 2019 0-169

Theme by Anders NorenUp ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: